Rubiamo la routine di benessere quotidiano di Stana Katic

Fan di Absentia, preparatevi. La seconda stagione dello show andrà in onda il 14 giugno e promette di essere intrigante come la precedente. “La seconda stagione eleva tutto a un livello immensamente superiore. Il ritmo si intensifica, tanto che la nostra storia ci porterà fino in Europa per motivi molto interessanti. Non vedo l'ora che anche il pubblico li scopra!”, afferma Stana Katic -  precedentemente impegnata nel ruolo di protagonista di Castle - su quello che i fan possono aspettarsi dalla nuova stagione.

Interpretare il ruolo di Emily Byrne ha richiesto all'attrice una particolare forma fisica. “Questa serie prevede un tipo d'azione a pieno ritmo ”, ha raccontato a Parade. “Non c'è tempo di riprendere fiato. Si preme costantemente sull'acceleratore”.

Naturalmente, quando si è trovata a prepararsi per la serie, l'attrice ha intensificato il suo normale programma di fitness. Ma anche quando non è sul set, la forma fisica rimane importante per Stana Katic. Le abbiamo chiesto di illustrarci la sua routine tipica e come questa si modifichi quando deve immergersi nell'universo di un nuovo personaggio.

Entrare in modalità “Emily”

Girare Absentia significa spesso lavorare fino a tardi la sera e cominciare presto al mattino. In più, le scene sono straordinariamente impegnative da un punto di vista sia fisico che emotivo. È importante aver precedentemente costruito la resistenza necessaria per portare a termine i tre o quattro mesi di riprese.

La mia routine cambia in base a quello che mi si richiede di fare ed è costruita sul personaggio. Emily è un personaggio che impone un ritmo tempestivo, soprattutto nella prima stagione, quando era in fuga. Ma anche nella seconda stagione è richiesta una certa quantità di lavoro di questo tipo.

Ho dovuto quindi impegnarmi in una routine che non solo fosse sostenibile a lungo termine per me come attrice, ma che inoltre contribuisse a generare quello di cui avevo bisogno per il personaggio. Ciò che ho fatto prima delle riprese è stato dedicarmi a un trekking molto impegnativo. Era importante per me che questo personaggio –  dal momento che Emily all'inizio della stagione è emotivamente vulnerabile, è instabile e tormentata – avesse un aspetto fisicamente ossuto e scarno. È molto più magra e asciutta di altri personaggi che ho interpretato.

Ho fatto molto trekking perché volevo mantenere la forza e la resistenza necessarie. Inoltre, per me fare escursioni di quel tipo durante il periodo delle riprese è molto rinvigorente. Amo andare nei boschi e stare in mezzo alla natura. Lo trovo molto rilassante. Durante la costruzione di un personaggio del genere, tenendo conto di quanto sia emotivamente impegnativo, ho trovato che fosse una meravigliosa risorsa allontanarmi per fare qualche lunga escursione in montagna in modo da riprendermi prima che le riprese ricominciassero.

Il mio fitness tra un ruolo e l'altro

Lo yoga occupa gran parte della mia routine quotidiana. Ho iniziato a praticare yoga durante la scuola di recitazione, orientata a creare consapevolezza motoria. Avevamo un istruttore di yoga fantastico che ci ha insegnato non solo a rendere i nostri corpi più forti, ma ci ha anche aiutato a familiarizzare con gli strumenti di cui avremmo avuto bisogno nel nostro lavoro come attori. Io ho semplicemente continuato a farlo. Personalmente la trovo una pratica meravigliosa. Infatti, mi piace così tanto che ho ottenuto la certificazione per insegnare yoga. Non lo farò in pubblico, ma mi capita di coinvolgere amici e parenti. Le mie lezioni non hanno una struttura rigidamente impostata. Ci sediamo, prendiamo un buon ritmo e dopo un'ora smettiamo.

Pratico yoga almeno quattro e cinque volte alla settimana. Qualche volta da sola, altre volte frequento delle lezioni. Mi piacciono le lezioni di yoga, penso che sia un ottimo modo per iniziare e proseguire la giornata.

 

Amo andare a fare escursioni in montagna anche quando non ho motivi lavorativi per farlo. Ci sono sentieri fantastici qui in California, così come in Europa. Durante le riprese, ho incontrato una famiglia di alpinisti che annoverava tre generazioni di scalatori, che erano anche maestri di sci per bambini, in Bulgaria. Mi hanno accompagnato in alcune escursioni in montagna attraverso sentieri a cui non molti turisti o stranieri hanno normalmente accesso. Sono stati molto generosi nel condividere quella parte del mondo e la sua bellezza con me. Anche quando vado nel villaggio d'origine dei miei genitori in Dalmazia, frequento le montagne del luogo. Penso che sia un modo meraviglioso di esplorare la natura e intanto tenermi in forma

Una vita a base vegetale

Penso che, rispetto alla media della popolazione, io abbia un'alimentazione più orientata in senso vegetale. La trovo molto nutriente. Mi sforzo di coltivare le mie risorse di cibo. È molto bello avere i pomodori del tuo orto e poterli usare per un'insalata o una zuppa. Questo è in sostanza il mio regime alimentare.

Pasti tipici giornalieri

Per quanto riguarda la colazione, tutto dipende se mi sono allenata al mattino. Sto facendo degli allenamenti di forza che comprendono anche praticare della boxe, perché mi sto concentrando sulla preparazione di un progetto che ho in vista. Dal momento che devo aumentare la massa muscolare, dopo un allenamento di questo tipo cerco di nutrirmi con delle proteine. Quindi mi preparo un frullato con un concentrato di proteine verdi che si chiama “Complete Greens”. Un mix che consiglio dopo l'allenamento del mattino presto è composto da due gambi di sedano, un po' di spinaci, dell'acqua, alcune fette di mele e pere, una banana congelata e un cucchiaio di quel concentrato proteico.

Mi piace anche preparare delle insalate da tenere pronte. Visto che spesso sono sul set, in giro nei dintorni di Los Angeles o da qualche parte nel mondo, trovo che le insalate siano un ottimo modo per consumare un pasto salutare. Si possono trovare molte idee su Pinterest, io di solito le organizzo settimanalmente. Ne preparo quattro o cinque per la settimana, quando mi servono aggiungo un condimento, prendo una forchetta ed esco. Può diventare un ottimo snack, o perfino un pasto completo, dipende dagli ingredienti. Sono molto buone e nutrienti.

La mia ricetta:

Diciamo che alla base ci siano i pomodori, amo molto utilizzare quelli che produco io. A questi si possono aggiungere delle fette di avocado e dei germogli di qualche tipo, lattuga, a volte pistacchi, pinoli, mirtilli essiccati, cetrioli oppure mais non OMG. Cerco di metterci tutto ciò che è stagionale. Se ho grigliato delle verdure, come gli asparagi o qualcosa di simile, li inserisco. Qualche volta aggiungo della quinoa. Alla fine le conservo nel frigorifero. Durano per qualche giorno, il che è un vantaggio, così ci si può organizzare in anticipo per la settimana lavorativa. Come condimento mi piace il succo di limone, l'olio di oliva e del sale.

 Cibo sano = ottimo carburante, ma fate spazio per qualche pazzia

Inizio la giornata con acqua calda e limone, che mi piace molto, perché prepara il mio stomaco a una migliore digestione. Quando mi nutro in modo salutare mi sento molto bene e piena di energia. Ma amo anche bere una tazza di caffè, uscire con una buona amica e ordinare un dolce o un dessert in qualche bar. Il vantaggio di un'alimentazione del genere è avere la libertà di poter mangiare qualcosa di non necessariamente sano, ma che, insieme al resto, compone un buon equilibrio.

Shopping di mobili per l'anima

 Il mio guilty pleasure è questo: quando sono stressata o di cattivo umore, mi piace frequentare i negozi di mobili, giusto solo per camminare in un posto magnificamente arredato. A Los Angeles ci sono molti negozi di questo tipo, perché c'è una grande comunità di design. Quindi vado da JF Chen, HD Buttercup, al Pacific Design Center o da Restoration Hardware, sono ottimi posti per trovare ispirazione e riallineare i miei pensieri per qualche minuto. Trovo molta ispirazione nell'architettura, nel design e nei mobili ben rifiniti. Il solo trovarmi in luoghi del genere mi rilassa molto e mi aiuta a vedere le cose diversamente.

Oltre a questo, uno strumento chiave per me è decisamente la meditazione. La prima volta che ho provato si trattava di una meditazione guidata durante una lezione di inglese alle superiori. Mi ha colpito molto. La trovo una risorsa molto valida, soprattutto per noi attori e considerando che ho interpretato un personaggio impegnativo come Emily in Absentia. È una una grande risorsa da avere a disposizione durante le riprese.

 

 

 

Da https://parade.com/889157/nicolepajer/stana-katic-wellness-routine/

  • www.absentiaitalia.it
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segui Absentia Italia sui social

Absentia Italia is a not-for-profit unofficial fansite. We are no way affiliated with Absentia Series, AXN, Sony Pictures Television, Masha Production or anyone related to the show. All rights reserved.
We do not claim ownership of any of the pictures displayed in the site. All pictures are copyright to their respective owners and no infringement is intended. If you are the owner of an image and wish to be credited or to have the image removed, please contact us.